Vai a sottomenu e altri contenuti

SCIA Segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande

-Premesso che:- per somministrazione al pubblico di alimenti e bevande, s'intende la vendita per il consumo sul posto, che comprende tutti i casi in cui gli acquirenti consumano il prodotto nei locali dell'esercizio o in un'area aperta al pubblico attrezzati allo scopo;- per area aperta al pubblico, s'intende quella adiacente o comunque pertinente al locale cui si riferisce l'autorizzazione o la SCIA;- per attrezzatura ed impianti di somministrazione, s'intende tutti i mezzi e gli strumenti idonei a consentire il consumo sul posto di alimenti e bevande.Gli esercizi di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande sono costituiti da un'unica tipologia, che comprende anche la somministrazione di bevande alcoliche nei limiti previsti dalla relativa autorizzazione sanitaria.

L'apertura è subordinata alla presentazione di una Segnalazione Certificata di Inizio Attività (SCIA), ai sensi dell'art. 19 della L. 241/90, al Comune nel cui territorio è ubicato l'esercizio.L'attività oggetto della segnalazione può essere iniziata dalla data della presentazione della SCIA all'Amministrazione competente. La SCIA dovrà essere compilata sull'apposito modello riportato in calce e presentata insieme alla documentazione richiesta.La SCIA verrà sottoposta alle verifiche istruttorie di cui all'art. 6 della L. 241/90 e, in caso di accertata carenza dei requisiti e dei presupposti di cui al punto precedente, l'Amministrazione competente, nel termine di sessanta giorni dal ricevimento della segnalazione di cui sopra, adotta motivati provvedimenti di divieto di prosecuzione dell'attività e di rimozione degli eventuali effetti dannosi di essa, salvo che, ove ciò sia possibile, l'interessato provveda a conformare alla normativa vigente detta attività ed i suoi effetti entro un termine fissato dall'amministrazione, in ogni caso non inferiore a trenta giorni.

Requisiti

L’apertura degli esercizi di somministrazioneè subordinata all’accertamento di determinati requisiti morali e professionali, nonché:- alla disponibilità da parte dell’interessato dei locali nei quali intende esercitare l’attività;- all’indicazione, in caso di società, dell’eventuale preposto all’esercizio;- alla notifica sanitaria prevista per le imprese alimentari e al certificato di prevenzione incendi, ove previsto;- all’accertamento della conformità dei locali ai criteri di sorvegliabilità dei locali stabiliti dal D.M. 17 dicembre 1992, n. 564 del Ministro dell’interno.L’attività di somministrazione di alimenti e bevande è esercitata nel rispetto delle disposizioni in materia edilizia, urbanistica, igienico-sanitaria, di sicurezza, di prevenzione incendi, di inquinamento acustico.L’autorizzazione è rilasciata a tempo indeterminato ed ha validità limitatamente ai locali in essa indicati.

Costi

-

Normativa

-

Incaricato

-

Tempi complessivi

-

Documenti allegati

Documenti allegati
Titolo  Formato Peso
Segnalazione certificata di inizio attività per la somministrazione al pubblico di alimenti e bevande Formato pdf 344 kb
Dichiarazione di sorvegliabilità Formato pdf 20 kb
Dichiarazione sostitutiva atto notorietà per impatto acustico Formato pdf 206 kb
Dichiarazione per identificazione dell'immobile Formato pdf 66 kb
SCIA ampliamento superficie per attività somministrazione alimenti e bevande Formato pdf 546 kb
Dichiarazione attività in deroga Formato pdf 200 kb

A chi rivolgersi

A chi rivolgersi - Referente
Ufficio/Organo: Sportello Unico per le Attività Produttive
Referente: Aldo Zichella
Indirizzo: Piazzetta Eugenio Conti n.1 00046 - Grottaferrata (RM)
Telefono: 06945401631  
Fax: -
Email: uff.polizia.amministrativa@comune.grottaferrata.roma.it
Email certificataa: suap@pec.comune.grottaferrata.rm.it
Scheda ufficio: Vai all'ufficio
torna all'inizio del contenuto
torna all'inizio del contenuto